Arricciacapelli conico, come si usa?

come si usa l'arricciacapelli conico

Il ferro arricciacapelli conico è uno degli strumenti per lo style dei capelli da tenere sempre a portata di mano. In pochi minuti riesce a trasformare una semplice piega in un’acconciatura romantica, particolare o dare
 alla pettinatura quel tocco finale che fa la differenza.

Chi ha i capelli ricci come i miei cerca sempre un modo per avere un aspetto meno selvaggio. Al contrario, chi li ha lisci cerca di dare un po’ di movimento con qualche bel boccolo naturale, ma non si può andare sempre dal parrucchiere! Io ho smesso già da tempo di andarci, malgrado nei saloni abbiano poster e giornali con modelle pettinate esattamente come chiedevo, uscivo con delle acconciature stile Sherley Temple che poi una volta a casa dovevo in qualche modo modificare.

Arricciacapelli conico per avere onde morbide e naturali

Le onde morbide danno subito un aspetto più curato, incorniciano il viso e i riflessi dei capelli vengono evidenziati. E’ un tipo di acconciatura che si adatta a qualsiasi look, dallo sportivo all’elegante ed è molto sexy. Basta guardare le modelle di Victoria Secret’s, hanno tutte questo tipo di onde.

Per togliere l’effetto ricci anni ’90 ho provato in molti modi, dalle piastre al classico phon e spazzola tonda, ma mi sto trovando benissimo con il ferro a cono di Golden Curl. Ci sono varie misure, io ho scelto quello da 32/25 mm perchè preferisco un riccio più ampio, il risultato è molto più naturale. I boccoli sono bellissimi, lucidi e tengono la piega per molto tempo.

ferro arriccia capelli

Come si usa il ferro a cono?

Prima di trovare il metodo giusto per utilizzare il ferro a cono ho fatto un po’ di prove sbruciacchiandomi due o tre dita. Se c’è il guantino usalo!!! Pensavo non fosse indispensabile ma il ferro si scalda fino a 200° quindi anche se non lo tocchi, il calore si sente eccome!

Dopo aver fatto un po’ di danni ho trovato un metodo molto veloce e semplice:

Mini tutorial

Dividere i capelli in due parti, una la fermerai con un elastico o una pinza così non ti infastidisce mentre stai lavorando sull’altra metà dei capelli.

Partendo dalla parte più bassa, prendo ciocche più o meno grandi (la grandezza dipende dall’effetto che vuoi) da avvolgere intorno all’arricciacapelli, i capelli ancora da acconciare li fisso in alto con delle pinze. Essendo un arricciacapelli a cono, bisogna fare attenzione alle due diverse circonferenze, la parte più grossa deve essere sempre rivolta verso l’alto in modo che il boccolo sia più stretto sulle punte. 

La direzione del boccolo può essere a tua scelta, di solito si consiglia di avvolgere le ciocche più vicine al viso verso l’esterno ma puoi anche scegliere di avvolgerle a caso, una verso l’interno e una verso l’esterno, così da avere un effetto molto naturale.

La tecnica migliore è posizionarlo con la punta verso il basso tenendo quindi il braccio della mano che stai usando per tenere l’arricciacapelli sulla testa. Si tiene la ciocca avvolta sull’arricciacapelli una decina di secondi (potrai verificare i tempi in base alle caratteristiche dei tuoi capelli), poi si sfila il ferro senza toccare il boccolo e si prosegue così fino all’ultima ciocca.

La scelta del look è a tuo gusto, puoi decidere se arricciarli da metà ciocca fino alle punte oppure, come vedo fare soprattutto a chi ha i capelli più lunghi dei miei, arricciando la ciocca solo a metà della lunghezza lasciando fuori le punte che risulteranno lisce.

Ti consiglio è di utilizzare pettini e spazzole in legno così da evitare che i capelli si elettrizzino e si spezzino. Le spazzole in legno te le consiglio a prescindere perchè massaggiano la cute riattivando la circolazione sanguigna, rinforzano i bulbi piliferi e assorbono l’eccesso di sebo. Le migliori che ho provato sono le ormai famosissime spazzole Tek che puoi acquistare un po’ ovunque, io l’ho fatto su Amazon.

tutorial ferro arriccia capelli

Mini tutorial. Nell’ultima foto: boccoli finiti e non ancora pettinati

Come mantenere la piega più a lungo

Ognuna di noi ha capelli diversi e la qualità del capello incide sulla durata della piega. Capelli fini o grossi o più o meno elastici hanno una resa diversa, ma ci sono dei trucchetti che possono aiutare a prescindere dalla qualità del capello.

  • La piega dura molto meno se utilizzo il ferro subito dopo averli lavati, quindi di solito faccio lo shampoo la sera prima e li acconcio la mattina seguente.
  • Non esco mai di casa appena finito di usare l’arricciacapelli. Se i ricci sono appena fatti e se fuori c’è umidità, l’acconciatura ha una vita breve. Se devo uscire subito dopo aver fatto la piega, prima sistemo i capelli poi passo al trucco e all’outfit. In questo modo i boccoli hanno tempo per raffreddarsi e solo quando sono pronta finisco di sistemare i capelli, magari fissandoli con una lacca leggerissima.

Prima di lavarli spesso faccio un impacco idratante con l’olio di cocco di Hello Hair. Gli impacchi pre shampoo li preferisco alle maschere da fare durante il lavaggio perchè con il lavaggio si elimina completamente dai capelli evitando così che risultino pesanti. Una maschera all’olio di cocco come questa di Hello Hair nutre i capelli e li protegge dalle doppie punte ma puoi usare anche impacchi fai da te con mezzo avocado schiacciato e un cucchiaio di miele.
E’ consigliabile usare un termo protettore prima di utilizzare l’arricciacapelli, non li scalda e stressa quanto una piastra ma il calore è comunque alto. 
Subito dopo puoi utilizzare un fissante o un olio per lucidare i capelli come l’Olio dei desideri di Adorn che li mantiene morbidi e luminosi. 

ferro arriccia capelli a cono

Gli arriccia capelli sono tutti uguali?

Per evitare danni ai capelli la cosa fondamentale è acquistare un arriccia capelli e un phon di un ottima marca. Sembrano tutti uguali ed effettivamente anche marche low cost fanno strumenti per lo styling che funzionano, la differenza però l’ho notata nel tempo. Malgrado l’utilizzo settimanale, i miei capelli ora non ne risentono e sono sani fino alle punte.

Quello che ti consiglio se vuoi acquistare un arricciacapelli a cono, è di scegliere marche professionali magari informandoti prima dal tuo parrucchiere. Subito spenderai un po’ di più ma grazie  alle nuove tecnologie, i capelli ne risentono molto meno facendoti risparmiare nel tempo visto che andrai molto meno dal parrucchiere.

Seguimi su

28 pensieri su “Arricciacapelli conico, come si usa?”

  1. Io ho pochi capelli e sono lisci, per dare loro pià volume spesso li faccio ricci oppure ondulati . Grazie per i tuoi preziosi consigli , penso anch’io che per avere cura dei propri capelli bisogna usare prodotti di buona qualità . Un saluto, Daniela.

  2. io ho i capelli ricci e lo uso per definirli, ormai ho fatto pratica e ci metto pochissimo pur avendo i capelli lunghi fino alla vita! ottimi i tuoi consigli!

  3. io sono piuttosto negata con le piastre ma il tuo tutorial è chiaro e ben dettagliato e il tuo arricciacapelli sembra molto valido, quindi perché no?

    1. ho provato mille volte in tutti i modi e guardato non so quanti video ma non c’è stato niente da fare, i boccoli non uscivano proprio. con questo ferro invece è facile e veloce

  4. Io ho capelli di lunghezza media ed ho un arricciacapelli a cono (ma più economico del tuo, lo premetto) e faccio una certa fatica ad arrotolare le ciocche meno lunghe, sto cercando di capire se sono imbranata io o se è il mio ferro che non è un granchè…

    1. se riesci con le ciocche più lunghe forse dipende da come arrotoli le corte. quelle che ho davanti sono più corte perchè è una frangia che sto allungando e riesco solo a fare un minimo di movimento. sto puntando la pettinatura della ragazza che ho messo in copertina, 2/3 mesi e ci arrivo 😀

  5. E’ un bel pezzo che vorrei comprare un aggeggio del genere, ma ho sempre paura di sbagliare qualcosa, per esempio io farei parte della schiera delle pasticcione che non usano il guantino e si ustionano…magari seguirò il tuo tutorial e avrò onde magnifiche 🙂

  6. bellissimo effetto sui capelli, io ne ho una a casa ma la utilizzo poco perchè non ho dimestichezza, devo proprio riprovarci, grazie per le info

  7. Proprio vero, noi donne non siamo mai contente, vogliamo sempre ciò che non abbiamo, io con questi strumenti sono un po’ imbranata ma mia figlia usa l’arriccia capelli alla perfezione ed anche velocemente, non so proprio come faccia.

  8. mi piace tantissimo questo effetto, grazie dei consigli, oggi proverò, spero di riuscire bene adesso, ogni volta è un disastro! 😀

  9. è proprio così hai pienamente ragione, io li ho ricci e devo dire che quando posso sono sempre propensa ad asciugarli lisci

  10. Ottima descrizione per questo arricciacapelli ,strumento utilissimo per chi ama cambiare spesso il look dei propri capelli,io ultimamente li porto sempre molto corti , quindi non potrei utilizzarlo. Grazie per il bel post😉

  11. Grazie per le dritte! I miei capelli sono già ricci ma spesso mi piace riprendere i boccoli con il ferro e ti confesso che ero intenzionata ad acquistarne proprio uno conico!

  12. Il risultato è strepitoso, dei bei boccoli ben definiti. Non ho mai usato il cono per paura di non esserne capace, ora terrò conto dei tuoi consigli perchè una piega così bella realizzata a casa è un sogno!

  13. Io li ho lisci (dritti come spaghetti) ma li adoro ricci!!! Avevo preso tempo fa quello che li girava al suo interno…un disastro, si incastravano e basta,,,,, quando ero piccola ne avevo uno simile a questo, ritengo siano i migliori. Terrò ben a mente i tuoi preziosi consigli per il futuro, grazie

  14. Seguirò passo per passo il tuo tutorial perchè pur avendo un ferro a cono non mi sono ancora cimentata nell’utilizzo. Ti farò sapere!

  15. Hai proprio ragione, non siamo mai contente dei nostri capelli…. io stessa ho cambiato moltissime volte da ricci a lisci…. il ferro a cono però non l’ho mai provato….

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.