Mini guida alla scollatura giusta

guida alla scollatura giusta

Last Updated on

E’ arrivata l’estate, finalmente possiamo indossare top, magliette, canotte e abiti leggeri! Con l’arrivo della bella stagione indossare un top scollato è anche una questione di sopravvivenza alle temperature africane, ma quale sarà la scollatura giusta per noi? La moda propone tantissimi tipi di scollature per top e abiti ma non tutte ci donano, alcune esaltano la figura mentre con altre si può ottenere l’effetto opposto. Ovviamente ognuno ha i suoi gusti e questo non si discute, ma spesso seguire pedissequamente la moda senza tener conto della propria fisicità, non è la scelta migliore.

Top e canotte lasciano scoperte braccia, spalle e schiena, prima di indossarli facciamo uno scrub in modo da rendere la pelle più compatta e luminosa. E ora che siamo pronte, vediamo quanti tipi di scollature esistono, quali ci stanno bene ed evidenziano i nostri punti forti minimizzando i piccoli difetti, e quali invece sono da evitare.

Se conosci le caratteristiche di ogni scollatura, puoi utilizzarle a tuo vantaggio.

10 scollature più utilizzate: a chi stanno bene?

Scollatura rotonda

La scollatura rotonda insieme alla scollatura a V che vedremo dopo, sono le più comuni in qualsiasi stagione, le troviamo infatti nelle t-shirt, nelle felpe o nei maglioni sia da uomo che da donna.

La scollatura rotonda più accollata, quella tipica delle t shirt e delle felpe per intenderci, visivamente aumenta il volume di seno e spalle. Se si hanno spalle e collo un po’ robusti e un seno abbondante è meglio quindi optare per una scollatura rotonda più ampia. Grazie a questo effetto ottico, quella meno profonda è indicata a chi ha il seno piccolo, le spalle minute e il collo slanciato.

Scollatura a V

La scollatura a V ha la caratteristica di slanciare moltissimo il busto: più la scollatura è profonda e più lo slancia. L’effetto ottico della scollatura a V è utile per ridimensionare spalle importanti, risaltare un punto vita sottile e mettere in evidenza il seno. L’effetto della scollatura a V è di evidenziare il seno, è praticamente una freccia che lo indica e dice “guarda qui!”. Ma attenzione, questo tipo di scollatura dovrebbe essere inversamente proporzionale alla dimensione del seno, la linea tra sexy e volgare è sottilissima. Ovviamente questo è uno dei casi dove i gusti sono gusti, ma in linea generale chi ha un seno piccolo può indossare con più tranquillità una scollatura a V profonda rispetto a chi ha un seno abbondante.

Trucchetto: se hai un top con una scollatura a V profonda che non vuole stare a posto al punto da rischiare il topless e limitarti nei movimenti, usa un pezzettino di nastro biadesivo nei punti giusti per bloccare il tessuto sulla pelle.

Scollatura quadrata

scollatura quadrata

Il taglio quadrato di questo tipo di scollatura ha la capacità di far apparire la parte superiore del petto e il collo più lunghi. Formando due linee perpendicolari, è un tipo di scollatura che aiuta a ridimensionare visivamente chi ha le spalle spioventi e, attirando l’attenzione sul petto e collo, è un’ottima scelta per chi ha il fisico a pera e il collo un po’ corto. Attenzione però se si ha un fisico a rettangolo o se si sceglie un abito con questa scollatura senza punto vita segnato, l’effetto sarà di un… sacco che passeggia. Meglio utilizzare una cintura.

Scollatura a cuore

scollo a cuore

La scollatura a cuore la troviamo molto spesso negli abiti da sera o da sposa. E’ una delle più gettonate ma, per quanto romantica sia, non tutte possono permettersela. Per indossare questo tipo di scollatura infatti il seno deve avere caratteristiche ben precise: non deve essere troppo piccolo – una 1° o una 2°- ma neanche troppo prosperoso e deve essere pieno. Un top con la scollatura a cuore non è adatto quindi a chi ha un seno cadente o svuotato da allattamenti, renderebbe ancora più evidente questa imperfezione. E’ un tipo di scollatura che visivamente tende a regalare qualche taglia in più quindi se non si è molto slanciate, se il collo non è lungo o se si ha un seno troppo abbondante, meglio scegliere un altro tipo di scollatura soprattutto per l’abito da sposa. La scollatura a cuore, la gonna ampia e infine il velo renderebbero la figura goffa.

Senza spalline o a fascia

senza spalline

Anche per questa scollatura valgono le indicazioni date per la scollatura a cuore ma qui è ancora più importante il discorso appena fatto sul seno: no troppo grande (non c’è il sostegno delle spalline) o troppo piccolo. Anche un seno cadente non avrà il sostegno del reggiseno e un seno non pieno avrebbe una linea poco piacevole soprattutto se vista di profilo. E’ un tipo di scollatura un po’ difficile ma è adatta a fisici sportivi con braccia e spalle toniche e ben proporzionate perchè il taglio orizzontale porta l’attenzione proprio su questa zona. I top a fascia sono molto stretti, di solito sono elasticizzati e a volte hanno una linea di silicone per evitare che scendano. Meglio utilizzarli se non si ha qualche kg di troppo perchè creano degli antiestetici rotolini vicino alle ascelle anche a chi è sotto peso.

Scollatura off shoulder

Una variante delle scollature a cuore e a fascia è l’off shoulder, una scollatura che dà l’impressione che le spalline o le maniche siano cadute dalle spalle. La sua particolarità è di mettere in evidenza il petto e il collo come le altre, ma la linea orizzontale che prosegue anche sulle braccia la rende perfetta per chi ha i fianchi più larghi rispetto alle spalle. L’effetto ottico rende più proporzionate le dimensioni tra fianchi e spalle ed è quindi una scollatura da scegliere se si ha il fisico a pera.

Spesso questa scollatura ha un volant o ha il tessuto arricciato da piccoli elastici (vedi la foto a sinistra) che donano un po’ di volume sul seno. Per questo, a differenza delle scollature a fascia o a cuore, può essere indossata anche da chi ha un seno piccolo.

Lo stesso effetto off shoulder lo troviamo anche in top o abiti a fascia ma con le maniche staccate.

Scollatura drappeggiata

scollatura drappeggiata

Che sia a V più o meno profonda, a barchetta o rotonda, la scollatura drappeggiata mette moltissimo in risalto il seno e la parte superiore del busto. Per questo motivo è una scollatura da evitare se si ha un seno prosperoso e il collo corto, si rischia di sembrare tozze. E’ sicuramente molto elegante, infatti negli abiti da sera e nelle camicia in seta lo troviamo spesso, ma per indossare una scollatura così ingombrante è meglio non avere spalle troppo larghe e un seno troppo importante. Il drappeggio creerebbe un volume davvero eccessivo. Sì invece se si ha un seno piccolo e se si è minute.

Monospalla

Come si evince dal suo nome, nella scollatura monospalla c’è solo una parte delle spalle coperta da una manica o una spallina, mentre l’altra metà del top è lasciata cadere sul braccio o addirittura assente. Il taglio obliquo che caratterizza questa scollatura crea un effetto ottico che è utilissimo a chi ha spalle troppo pronunciate o con pendenza diversa. Tagliando la figura trasversalmente, ridimensiona le proporzioni e fa cadere l’attenzione sul collo e le braccia quindi dona molto a chi le ha toniche e sottili.

Scollatura all’americana

Questo tipo di scollatura lo troviamo anche nei top sportivi perchè mette in evidenza spalle, braccia e schiena. Di scolli all’americana ce ne sono di diversi tipi, alcuni hanno la schiena completamente scoperta. La particolarità che li caratterizza è il taglio all’altezza delle ascelle che è obliquo e punta in direzione del collo. Questo tipo di scollatura lo troviamo in tutti gli stili, è decisamente uno dei più belli e particolari, ma è necessario avere spalle non troppo pronunciate, perchè le farebbe apparire ancora più ampie, e braccia e schiena toniche perchè è proprio qui che cadrà l’occhio.

top sportivo con scollatura all'americana

Se fai sport, un top con scollo all’americana è decisamente più comodo, sostiene bene il seno e le spalline non daranno mai fastidio!

Scollatura a barchetta

scollatura a barchetta meghan markle
la scollatura a barchetta è la preferita anche da Meghan Markle

E’ decisamente la mia preferita. Elegante, raffinata e sexy, con il suo taglio allungato che va da spalla a spalla, mette in evidenza una parte molto sensuale ma sottovalutata: le clavicole. E’ perfetta per chi ha le spalle strette perchè la linea orizzontale, ingannando l’occhio, le farà apparire più ampie. Ma attenzione se non si ha una postura corretta! La scollatura a barchetta infatti metterebbe in evidenza spalle spioventi o con pendenze diverse e… le gobbe. Quindi dritte, spalle in linea e mento alto!

Bene, per oggi è tutto. Spero di esserti stata utile per la prossima volta che farai shopping!

Mini guida alla scollatura giusta

Come scegliere la scollatura giusta, quella che più si adatta a noi? Ecco una mini guida alle 10 scollature più utilizzate, perchè non a tutte sta bene tutto!

Editor's Rating:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: eh, volevi!!