Hobby creativi – lavorare a maglia

hobby creativi lavorare a maglia

Se durante il primo lockdown siamo diventati tutti pasticceri, panettieri e sportivi, in questa seconda clausura si preferiscono gli hobby creativi, soprattutto lavorare a maglia e a uncinetto. Forse si è compreso che la salute mentale e quella fisica sono connesse e uno dei migliori antistress è proprio lavorare a maglia o all’uncinetto. Altri hobby creativi che stanno riscuotendo molto successo sono dipingere su tela, su vetro, sassi o qualunque cosa possa essere dipinta, e riciclare vecchi abiti per farne qualcos’altro.

Lavorare a maglia o all’uncinetto è qualcosa che, oltre a dare soddisfazione, porta la mente sul qui e ora. E’ una forma di meditazione riconosciuta già da molto tempo. Si sente sempre più il bisogno di avere una mente in pace, gli eventi attuali ci portano stress, tristezza e insicurezza e questo ricade per forza anche sulle relazioni, sempre più tese.

lavorare a maglia

Molte persone sono alla ricerca di qualcosa che riporti equilibrio e gli hobby creativi sono perfetti a questo scopo. Avere un hobby creativo che sia lavorare a maglia, all’uncinetto, dipingere o cucire, cambia l’atmosfera intorno a noi, riporta pace in noi stesse e nell’ambiente, ci da uno scopo che sia diverso dall’ingozzarsi davanti a Netflix o passare ore e ore sui social. Occupare il tempo in qualcosa di creativo fa solo bene alla nostra anima.

Lavorare a maglia

Crearsi uno scaldacollo, una sciarpa, un berretto (per cominciare) o un maglione ai ferri è un ottima terapia antidepressiva. Vedere pian piano prendere forma la propria creazione è stimolante, entusiasmante e ci rende orgogliose di noi stesse.

Parlo al femminile perchè di solito le mie lettrici sono donne ma ormai da qualche anno a questa parte, anche gli uomini e ragazzi più giovani ( Henri Purnell mi ha ispirato molti dei prossimi progetti) si stanno avvicinando al lavoro a maglia e al crochet.

Se non sai da che parte cominciare cerca su Youtube, ci sono tutorial sul lavoro a maglia per tutti i livelli, dai principianti ai più abili, e anche con i ferri circolari.

A me piace seguire Il venerdì della maglia, il canale gestito da Francesco.

Lavorare a uncinetto

Forse per te è più intrigante lavorare all’uncinetto? Non hai tutti i torti, si possono fare una marea di cose meravigliose, non solo capi di abbigliamento. A me piace molto sia lavorare a maglia che all’uncinetto e anche ricamare, attività che avevo abbandonato da qualche anno dedicandomi alla pittura e alla creazione di… cose strane da appendere al muro, magari un giorno ti dirò cos’ho combinato. Però ultimamente mi è capitato di sentire quasi il bisogno di tornare ai vecchi tempi, quando non c’era internet in casa e facevo maglioni e ricamavo un po’ di tutto.

Cercando qualche idea ho “incontrato” la Fata tuttofare e mi è venuta voglia di usare l’uncinetto. Mi sono innamorata del cardigan cocoon che vedi qui sotto e il fine settimana scorso l’ho passato così, a creare questa botta di colore da indossare in primavera. Il mio armadio grigio/nero ne è felice.

cardigan uncinetto

Dove acquistare i filati a buon prezzo

Se hai voglia anche tu di dedicarti a questi hobby, ti consiglio di acquistare i filati da Tessiland dove ho già ordinato e che consiglio per velocità e qualità, e da Lane di Biella, un’ottima azienda che opera nei filati da oltre 30 anni, dove farò il prossimo ordine. Sono siti dove puoi trovare tantissimi filati di qualità molto alta ma a prezzi più che ottimi.

Amigurumi

amigurumi tutorial

Con l’uncinetto puoi fare anche dei meravigliosi pupazzetti: gli amigurimi. Sono carinissimi, dai più pucciosi kawaii, alle bamboline, ai super eroi, ai personaggi famosi. C’è anche la versione amigurumi di Bernie Sanders che trovo spettacolare.

Bernie Sanders amigurumi

Per gli amigurumi servono scampoli di lana, qualcosa per imbottirli, andrà bene anche dell’ovatta, e un po’ di pazienza. Se vuoi provare a crearne qualcuno, su Amazon sono in vendita le matassine per amigurumi in kit di vari colori. Sono comodi perchè sono matassine dalla giusta grammatura e del filato idoneo: non sfilacciano e non sono troppo spessi. Uno dei set di lana per amigurumi più venduti su Amazon è quello di Mira Handcraft, per i tutorial c’è sempre Youtube, ne trovi anche in italiano.

Dipingere con alcohol ink

alcohol ink

Una delle ultime tendenze per quello che riguarda la pittura astratta, è l’alcohol ink o inchiostri ad alcool. E’ un tipo di pittura del tutto casuale, puoi gestire i colori soffiando o fecendoli colare. Somiglia un po’ alla fluid art, la tecnica a colatura che si fa con i colori acrilici, ma la sostanziale differenza è che le creazioni fatte con alcohol ink sono molto più sottili e si possono fare opere sia astratte che stilizzate, adoro i fiori e lo stile di Zimino Art , ma si possono dipingere anche piatti, bicchieri e tazze. Il risultato è bellissimo, su Pinterest vedi tantissimi esempi.

tazza dipinta con alcohol ink

I colori ad alcool e, soprattutto, la carta adatta li ho trovati solo su Amazon e purtroppo non costano poco, cliccando su questo link trovi i colori ad alcool e alcune guide, questo invece è il link per la carta Yupo, l’unica adatta a questa tecnica. C’è però il modo per provare questa tecnica spendendo veramente pochissimo.

Alcohol ink fai da te

Se vuoi provare e, giustamente, non ti va ora di acquistare questi materiali, c’è un ottimo modo per toglierti lo sfizio e vedere così se è una tecnica che vuoi approfondire.

Ti serviranno:

  • vecchi pennarelli ad alcool (Carioca o quelli da un paio di euro dei cinesi)
  • bottigliette con il contagocce
  • alcool bianco a minimo 90°
  • carta per stampare le foto LUCIDA

Quello che ho fatto è stato togliere il tampone che trovi all’interno dei colori a spirito, anche se sono scarichi andranno benissimo. Li ho tagliati in po’ e messi nella bottiglietta riempita per metà di alcool puro a 90°. Più rimangono a bagno nell’alcool, più il colore sarà intenso. Queste bottigliette le ho trovare a 20/30 centesimi l’una e sono ottime perchè si chiudono alla perfezione e non sono troppo grandi, credo che in origine servano per i liquidi delle sigarette elettroniche.

alcool ink fai da te

Se vuoi provare a creare cartoncini per auguri o dei segnalibri o piccoli quadretti, prova la carta fotografica, quella che si usa per stampare le foto. L’importante è che sia lucida così il colore potrà scivolare, in caso contrario si creeranno solo delle macchie. Anche per gli alcohol ink puoi trovare tanti tutorial su Youtube e Pinterest.

Riciclare vecchi abiti

hobby creativi

Un altro hobby creativo che sta prendendo piede è il patchwork e riciclare vecchi abiti per farne qualcosa di diverso. Se un abito o una camicia non ci stanno più bene oppure ci hanno stancato e il tessuto è ancora buono, le più brave creano altri vestiti per loro o per i bambini. Se però non si è brave con il cucito al punto di fare abiti, un’alternativa è creare coperte, federe di cuscini e nuove trapunte magari riciclandone una vecchia e scolorita. Con i ritagli di stoffa si possono comporre disegni astratti ma anche fiori, paesaggi o pupazzetti. Per il patchwork non servono grandi abilità di cucito, i ritagli di stoffa si applicano al tessuto di base (coperta o federa, ad esempio) con punti nascosti. Sempre su Pinterest trovi tantissime idee e modelli da copiare, così non avrai più l’armadio pieno di vestiti che non metti e rinnoverai con un tocco di colore la tua casa.

coperta patchwork

E poi, ovviamente, le candele fai da te. Sul blog c’è già il tutorial sia per le candele in soia che per le tart profumate.

Articoli consigliati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *