Come mantenere l’abbronzatura anche dopo le vacanze

Come mantenere l'abbronzatura

C’è qualche trucco per mantenere l’abbronzatura a lungo, e farla durare di più? Segreti non ce ne sono, metodi sì. Per mantenere l’abbronzatura più tempo possibile bisogna utilizzare i prodotti giusti, l’alimentazione corretta e… altri consigli che trovi più avanti. In un altro post invece troverai alcuni consigli su quali prodotti scegliere e come utilizzarli prima e durante le vacanze, in modo che la tintarella sia perfetta e così duri di più.

Una volta tornate dalle ferie bisogna prendersi molta più cura del solito della pelle del corpo, tenderà a seccarsi, a desquamarsi e diventerà spenta a causa delle cellule morte. Nel post che ti ho indicato poco fa si parla dell’importanza dello scrub prima di prendere il sole, fare uno scrub anche una volta tornate alla vita normale è consigliatissimo proprio per mantenere l’abbronzatura più a lungo.

Lo scrub non toglie la tintarella, anzi! Togliendo le cellule morte, rende il colorito della pelle omogeneo e, se si idrata la pelle con una buona crema, evita la pelle a macchie e aiuta sicuramente a mantenere l’abbronzatura ancora per tante settimane.

Mantenere l’abbronzatura sul viso

Purtroppo per il viso non funziona allo stesso modo. Se hai notato, l’abbronzatura sul viso va via molto prima rispetto al corpo, ma con il make up possiamo dare almeno l’impressione di essere appena tornate dalle vacanze.

Con i consigli dei make up artist, siamo in grado di valorizzare l’abbronzatura del viso durante le vacanze e mantenere un aspetto “baciata dal sole” più a lungo.

mantenere l'abbronzatura

Esaltare l’abbronzatura con il make up

Il make up che esalta l’abbronzatura è quello luminoso che, almeno apparentemente, dia un effetto baciata dal sole. L’effetto glow, malgrado non sia il top per le pelli non perfette e mature, piace ancora moltissimo. Sicuramente è un make up che risalta l’abbronzatura, soprattutto se si utilizzano illuminanti “caldi” come i bronzati, color rame o pesca, ma attenzione, less is more! Sui Instagram o su Youtube si vedono ragazze che usano kg di illuminante. Può andar bene per i social, ma nella vita reale una quantità del genere ha un effetto veramente poco gradevole alla vista anche su una pelle perfetta.

L’illuminante va quindi usato a piccole dosi su zigomi, tempie e arco di cupido, se indossi un top un po’ scollato puoi applicarlo anche sulle clavicole. La zona centrale del viso però deve essere opacizzata da una cipria leggera, evita quindi fondotinta e ciprie che contengono particelle illuminati. Gioca sui contrasti perchè il rischio è di ottenere un effetto palla da discoteca poco piacevole e, ancor peggio, ogni piccola imperfezione verrà evidenziata (pori dilatati, pelle non tonica e segni di espressione). In altre parole: l’illuminante se applicato in maniera abbondante invece di renderti radiosa, appesantisce i tratti. Anche per questo motivo l’illuminante è sconsigliato per le pelli non perfette o non più giovani.

Per chi ha una pelle non più giovane o con pori dilatati, può optare per un fondotinta leggero, una CC o BB cream per uniformare l’incarnato, e scegliere polveri impalpabili per il blush. I blush, sia compatti che in polvere libera, se sono di grana finissima e sfumati bene, donano luce al viso ma senza appesantirlo e segnarlo. Nel link alcuni consigli per un make up leggero ma che esalta i punti forti.

Make up che risalta l'abbronzatura

Mantenere l’abbronzatura dopo le vacanze: 5 consigli utili

  • Scegli gli alimenti giusti e non dimenticarti di bere molto. Idratarsi dall’interno è sempre una buona abitudine, ora diventa una validissima alleata per mantenere l’abbronzatura più a lungo. Via libera a tutti gli alimenti ricchi di acqua e antiossidanti come lattuga, radicchio, spinaci, cicoria, pomodori, melone e pesche. Quando sarà la stagione giusta inserisci anche la zucca nel tuo menù e prova a condire la tua insalata con frutta secca, la renderà più gustosa ed è ricca di vitamina E, omega 3 e 6.
  • Preferisci la doccia al bagno. I bagni caldi provocano la desquamazione della pelle, meglio scegliere una doccia tiepida o, se hai il coraggio, fredda che aiuta a mantenere la pelle più compatta e utilizzare detergenti delicati in gel o oleosi. Per asciugarti non sfregare, è meglio tamponare la pelle con asciugamani morbidi in cotone oppure in microfibra.
  • Crema idratante o nutriente? La scelta della crema da utilizzare dopo la doccia dipende dalla tua pelle. Capita spesso che si abbia bisogno sia di una crema idratante, che di solito è più leggera e veloce da applicare, sia di una crema nutriente più corposa. Le zone tendenzialmente più secche come gambe (soprattutto al ginocchio in giù) e braccia hanno bisogno di una crema che nutra la pelle in modo da evitare la desquamazione. Se preferisci un olio ricorda che va applicato sulla pelle umida per favorire la stesura e l’assorbimento.
  • No ai prodotti che contengono alcool. L’alcool tende ad inaridire la pelle, quindi no ai profumi classici ma preferire quelli in crema, oli essenziali o le acque profumate.
  • Evita l’aria condizionata. Alcuni luoghi come centri commerciali e uffici hanno in funzione l’aria condizionata tutto l’anno. L’aria condizionata tende a seccare moltissimo la pelle che, di conseguenza, tende a desquamarsi. Se lavori in un luogo dove è sempre in funzione l’aria condizionata o il riscaldamento ad aria, porta in borsa una crema idratante. Ne esistono anche spray che sono comodissime e veloci da applicare. Quella della Bionike al burro di karitè, olio di jojoba e cera d’api è ottima.

Ultimo consiglio: approfitta delle belle giornate per fare sport all’aperto. Anche solo una passeggiata è rigenerante non solo per il corpo ma lo è altrettanto per la pelle perchè si ossigena. Stando all’aperto prenderai ancora qualche raggio di sole, così mantenere l’abbronzatura dopo le vacanze sarà più semplice.

3 pensieri su “Come mantenere l’abbronzatura anche dopo le vacanze”

  1. Io a volte quando posso prendo il sole in terrazza almeno per viso gambe e braccia stando al sud lo si può prendere fino ad ottobre

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *